Se c’è un campo in cui l’Ucraina attacca e l’esercito di Vladimir Putin si difende è quello della propaganda: dall’inizio del conflitto, i social sono invasi di video e immagini di mezzi russi distrutti e abbandonati, dai proclami della resistenza che sostiene di aver abbattuto centinaia di aerei e ucciso oltre 12 mila uomini.

Mosca ribatte, accusa ucraini e americani di voler utilizzare armi biologiche o di aver colpito le popolazioni russofone del Donbass con missili balistici: la macchina è potente, ma resta (finora, almeno) sempre un passo indietro.

E così si impone la propaganda delle forze di Kiev: gli ucraini sostengono (a oggi) di aver distrutto 430 carri armati e 1.375 blindati, raccontano di russi che ne hanno abbandonati a decine lungo la strada perché rimasti senza benzina o perché sabotati da giovani reclute disilluse, e soprattutto hanno reso i trattori dei contadini un simbolo della tenace resistenza ucraina.

Nel granaio della Russia e d’Europa — da sola, scrive l’Ispi, rappresentava fra il 12% e il 16% delle esportazioni mondiali di grano e mais — che proprio dai campi riprende il giallo della sua bandiera, i contadini e i loro trattori sono diventati un esempio di impegno civile contro l’oppressore, ripresi mentre trainano le prede belliche: i mezzi abbandonati dai soldati di Putin.

Un giornalista danese impegnato sul campo, Stefan Weichart, ha raccolto in un thread su Twitter i video migliori pubblicati sui social, a cominciare da quello di un contadino ucraino che, fra le risate, sottrae un carrarmato a un soldato russo che lo insegue a piedi. Un altro video mostra un trattore che trasporta un Tor-M2, un sistema missilistico mobile con cui i russi bombardano le città. ucraine.

Si tratta di propaganda: i numeri sono sicuramente diversi da quelli comunicati da Kiev e i video molto simili fra loro, come se fossero studiati. Eppure manda un duplice messaggio: da un lato mostra ai russi che la resistenza non si arrende; dall’altro tiene alto il morale dei combattenti narrando le gesta del leggendario contadino ucraino e si prende gioco delle truppe di Putin.

Corriere della Sera, 16 marzo 2022

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...