Taccuino militare.

  • Fronte orientale. I russi tentano l’accerchiamento di Severedonetsk, prosegue un’azione su molti assi. La resistenza prova dei contrattacchi e in alcuni punti è costretta a ripiegare su linee difensive migliori. La sintesi: battaglia dura, bombardamenti intensi.
  • Fronte sud. Gli invasori continuano con i lavori di rafforzamento del dispositivo: per controllare il territorio e respingere eventuali azioni avversarie. Vogliono restare, lo hanno detto e creano le condizioni a loro favorevoli.
  • L’amministrazione Biden si sta preparando a inviare all’Ucraina sistemi lanciarazzi a lungo raggio, i Mlrs a lungo richiesti da Zelensky. Si tratta di una fornitura militare fondamentale sul campo, che allunga il braccio della resistenza, ma anche di un messaggio politico a Putin: finora non erano stati inviati per il timore di irritare il Cremlino, temendo che gli ucraini li avrebbero usati per colpire obiettivi in Russia.
  • Il Pentagono, intanto, ha diffuso per la prima volta una stima dei mezzi persi dai russi durante la campagna: circa 1.000 tank, 350 pezzi d’artiglieria, una trentina di bombardieri e oltre 50 elicotteri.

Corriere della Sera, 27 maggio 2022 (newsletter AmericaCina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...