Leggendo questa newsletter avrete imparato a conoscere i racconti e le passioni di Guido Olimpio, che per il Corriere da oltre trent’anni segue il Medio Oriente e il West americano, il terrorismo e le attività di spionaggio internazionale, e poi conflitti armati, padrini messicani, barchini cubani, tunnel di ogni tipo e tanto altro. Ogni giorno Guido legge e annota, raccoglie migliaia di piccoli tasselli che poi lo aiutano a ricostruire il «grande gioco», il mosaico geopolitico globale. Ora ha scavato nel suo archivio leggendario, dando vita a La danza delle ombre, il libro che ha appena pubblicato per La nave di Teseo e che ripercorre le storie di una manciata di spie e agenti con molti segreti, personaggi di cui ha incrociato la strada durante una carriera che lo ha visto fra le altre cose corrispondente a Gerusalemme e inviato con sede a Washington.

Guido non si limita però a ricostruirne le esistenze oscure, ma mette insieme i pezzi, rivela dettagli inediti e prova a capire — e spiegare — cosa li ha spinti a tradire il Paese o, magari, a sterminare la propria famiglia: a dominare, come ci ricorda ogni giorno e scrive lui stesso nel libro, è sempre il fattore umano, che è imperfetto, imprevedibile, ricco di sorprese. Tutti questi personaggi — da Bernard Nut, agente dei servizi segreti francesi ritrovato cadavere una mattina del 1983, a William Bradford Bishop, svanito nel nulla il 2 marzo del 1976, dalla «regina di Cuba» Ana Montes, «tutta casa-lavoro-spionaggio», a Mariam Taha Thomson, che per bisogno d’amore «regalò» otto spie americane agli iraniani — attraversano gli ultimi quattro decenni e hanno una sola cosa in comune: l’ombra in cui si sono mossi e in cui, in parte, sono rimasti. Perché le loro storie, anche quelle concluse con una condanna o con la morte, restano aperte, in attesa di un nuovo file da aggiungere all’archivio di Guido.

Corriere della Sera, 21 settembre 2022 (newsletter AmericaCina)

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...